Comune di Carrara

Antonio Canova (1757-1822)

Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Antonio Canova (1757-1822)
Icona freccia bianca
Home Page » La Città » Carrara abitata, vista, ricordata » Antonio Canova (1757-1822)

In un «Dizionario» scritto nel secolo scorso da Antonio d’Este, si legge: «Terminati i grandi modelli del mausoleo Ganganelli, si recò il Canova a Carrara per la provvista dei marmi: alloggiò in casa del Conte Del Medico, visitò quelle immense miniere, salì al culmine del monte, detto i Fanti scritti, ove scolpì il suo nome, e diede la commissione per i blocchi necessari al lavoro. Mentre si preparavano i marmi andò a Genova... Ritornò, poscia, a Carrara...». Canova, tra l’altro, fu Socio Onorario dell’Accademia di Belle Arti.

Ultima modifica

mercoledì 26 febbraio 2014

Condividi questo contenuto

Note legali - Posta Elettronica Certificata - Privacy - Redazione Web - Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Responsabile sito

Comune di Carrara - piazza 2 giugno, 1 - 54033 Carrara  - Codice Fiscale e Partita IVA: 00079450458

Telefono: +39 0585 6411 - Fax: +39 0585 641381 - E-mail: urp@comune.carrara.ms.it - Posta Elettronica Certificata: comune.carrara@postecert.it

Il portale del Comune di Carrara è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Carrara è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it