Comune di Carrara

Dante Alighieri (1265-1321)

Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Dante Alighieri (1265-1321)
Icona freccia bianca
Home Page » La Città » Carrara abitata, vista, ricordata » Dante Alighieri (1265-1321)

Quando Dante Alighieri fu a Sarzana e a Castelnuovo Magra quale intermediario di pace fra il Vescovo di Luni e i Malaspina, Carrara era già un centro attivo, ricco di storia e perfino di leggenda. Non sappiamo se il Poeta visitò la nostra città e i suoi monti, dei quali aveva già parlato in precedenti suoi scritti e dei quali scriverà, in diversi capitoli, nella Commedia: a differenza di altra gente, che sfruttando situazioni o fatti storici dubbi, non ha esitato a trasformare in certo l’incerto e ad appioppare a Dante viaggi, soste e perfino lettere di dubbia credibilità, anche se di sicura convenienza, i Carraresi non hanno mai tessuto leggende intorno alla lapidaria e famosa citazione di cui li onorò il più grande fra i poeti d’ogni tempo, il quale confina nella quarta bolgia dell’inferno l’indovino Aronte, abitatore, secondo il Poeta, di una spelonca aperta in seno ai nostri monti.

Ultima modifica

mercoledì 26 febbraio 2014

Condividi questo contenuto

Note legali - Posta Elettronica Certificata - Privacy - Redazione Web - Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Responsabile sito

Comune di Carrara - piazza 2 giugno, 1 - 54033 Carrara  - Codice Fiscale e Partita IVA: 00079450458

Telefono: +39 0585 6411 - Fax: +39 0585 641381 - E-mail: urp@comune.carrara.ms.it - Posta Elettronica Certificata: comune.carrara@postecert.it

Il portale del Comune di Carrara è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Carrara è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it